Privacy Policy
Crea sito
facebook
  • Solfeggio in rete

     
    Libro degli ospiti
    Libro degli ospiti

    Pitagora di Samo Armonia in rete
    Armonia in rete

    INDICE LEZIONI

    teoria - lezione 3

    TEORIA - Scale e intervalli (2/3)

    Il circolo delle quinte
    Le scale si rapportano tra loro attraverso intervalli di quinta.
    La scala modello del modo maggiore (DO) è il punto inizio di una successione ascendente e discendente di quinte che, rispettivamente, prevede l'aggiunta di una alterazione ascendente o discendente.
    Esempio 1) La scala di Re maggiore presenterà due alterazioni ascendenti (Fa e Do diesis), perché la tonica Re si trova a distanza di due quinte sopra il DO. 
    Esempio 2) La scala di Fa maggiore presenterà un'alterazione discendente (Sib), perché dista una quinta sotto il DO.
     

    I numeri positivi indicano le alterazioni ascendenti (diesis), quelli negativi le alterazioni discendenti (bemolli) presenti in chiave per ogni tonalità.

    Cambiando la scala di riferimento, La minore ad esempio, e matenendo il medesimo meccanismo di calcolo, si sviluppa un diverso circolo di quinte che coinvolge le tonalità di modo Minore (lo stesso procedimento si applica a tutti gli altri Modi).

    Il rapporto tra le scale si stabilisce in base al numero di quinte di distanza (e al numero di alterazioni di diferenza) tra le rispettive toniche.
    a) Le scale di modo maggiore e di modo minore che si trovano alla medesima distanza dalla scala di riferimento (e hanno quindi lo stesso numero e tipo di alterazioni) si dicono vicine o relative.
    b) Se distano più di una quinta si dicono lontane (il rapporto tra loro viene espresso in quinte).

    Esempio 1) le scale di RE maggiore e SIb maggiore distano quattro quinte, si dicono lontane (quattro alterazioni di differenza e quattro quinte di distanza)
    Esempio 2) SOL minore e RE minore distano una quinta, si dicono vicine

    L'impiego delle alterazioni costanti (armatura di chiave) è regolato in successione per quinte:

    ascendenti per i diesis: Fa - Do - Sol - Re - La - Mi - Si

    discendenti per i bemolli: Si - Mi - La - Re - Sol - Do - Fa

    _______________________________________________

    PROVE PRATICHE - Lezione 3

    2) Sequenze ritmiche

    3) Riconoscimento intervalli

    4) Dettato a due voci - viene proposto in due versioni:

    a) voci simultanee

    b) voci sovrapposte (più facile)

    vedi tutti i dettati abbinati alle Lezioni (grafica e audio) ]

    5) Canto e trasporto (per il trasporto vedi la Lezione n. 19)

     

    lezione precedente lezione successiva