Crea sito
Privacy Policy
 
 
Armonia in rete Guestbook cons bs  

Solfeggio in rete

< trasporto

lezione 20 - Scale: tre metodi rapidi

 
  INDICE LEZIONI - Corso medio  
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Il sistema canonico per indivuduare le alterazioni costanti di una tonalità è quello del circolo delle quinte (vedi lezione n. 3)
Proponiamo, in aggiunta, tre procedimenti che affiancano il circolo delle quinte:

1 - Relativa: ogni scala maggiore, come sappiamo, ha una relativa (o parallela) di modo minore e viceversa; le scale relative stanno tra loro in rapporto di terza minore (Do - La, Fa - Re, Mi - Do#, ecc).

Scale relative

 

2 - Cambio di Modo: La trasformazione di una scala di Modo maggiore in Modo Minore (con la stessa Tonica) comporta la differenza di tre alterazioni, in particolare:
la scala di Modo minore ha tre gradi abbassati rispetto alla scala di Modo maggiore ( il 3°, 6° e 7° grado), gli quattro gradi rimangono invariati.

Esempio 1: Re maggiore - 2 Diesis, Re minore 1 bemolle (la differenza è di tre alterazioni: 2 diesis e un bemolle)
Esempio 2: Mi maggiore - 4 diesis, Mi minore 1 diesis (tre diesis in meno) 
Esempio 3: Fa maggiore - 1 bemolle, Fa minore 4 bemolli (tre bemolli in più)

Cambio di modo

Le alterazioni si aggiungono o si tolgono seguendo l'ordine fisso (per quinte); si noterà che i gradi della scala convolti nell'operazione sono sempre il 3°, 6° e 7°.
Naturalmente la variazione dei tre gradi 'mobili' si nota anche nel procedimento inverso (da Modo minore a Modo maggiore noteremo l'innalzamento di 3°, 6° e 7° grado)

 

3 - Trasposizione di semitono cromatico: l'innalzamento (e l'abbassamento) di un semitono cromatico (i gradi conservano lo stesso nome) della Tonica, comporta l'innalzamento (o abbassamento) parallelo di tutti i gradi della scala; in questa fase saranno impiegate quindi le sette alterazioni in blocco. 
Se la scala di riferimento presenta delle alterazioni costanti, si dovrà applicare la somma algebrica tra le alterazioni presenti in chiave e i sette diesis o i sette bemolli (+ per i diesis, - per i bemolli).

Esempio 1: Sol maggiore +1 - Solb maggiore -7 +1 = -6 (sei bemolli) 
Esempio 2: Mi maggiore +4 - Mib maggiore -7 +4 = -3 (tre bemolli)
Esempio 3: Do minore -3 - Do# minore +7 - 3 = +4 = (quattro diesis)
Esempio 4: Fa minore -4 - Fab minore -7 -4 = -11 (tre bemolli, quattro doppi bemolli)

Cromatismi

Combinando tra loro i tre procedimenti illustrati è possibile indivuduare con sicurezza le tonalità più complesse.

_______________________________________________

PROVE PRATICHE - Lezione 20

2) Lettura ritmica

3) Riconoscimento cadenze (vedi anche la pagina 'Ear Training')

4) Dettato a due voci - viene proposto in due versioni:

a) voci simultanee

b) voci sovrapposte (più facile)

vedi tutti i dettati abbinati alle Lezioni (grafica e audio) ]

5) Canto e trasporto (per il trasporto vedi la Lezione n. 19)

 

< Trasporto
INDICE LEZIONI